Spiaggia La Pelosa a Stintino

La spiaggia della Pelosa è situata nel golfo dell'Asinara, all'estremità nord-est di Capo Falcone e di fronte alla stessa isola dell'Asinara. La spiaggia è a ragione considerata una delle spiaggie più belle della Sardegna e d'Italia. Il merito di tanta fama, consolidatesi nel anni è da ascriversi al colore turchese della sua acqua ed alle sue trasparenze, nonché alla finissima sabbia bianca, caratteristiche che la hanno fatta paragonare soventemente ad una spiaggia tropicale più che ad una mediterranea.
In effetti se arrivate dopo mezzogiorno a Stintino proveniendo dalla provinciale Porto Torres-Stintino, vi capiterà di imbattervi, a pochissimi chilometri dalla Pelosa in uno spettacolo che ha pochi uguali. Un colore turchese così intenso da sembrare finto. Lo potete notare nelle foto che riportiamo e che mostrano fedelmente lo spettacolo naturale di questo posto.
Naturalmente non è, e non potrebbe essere, solo il colore a rendere così famosa e, purtroppo, affollata, questa spiaggia. La sua acqua è limpida e trasparente, come in pochi altri posti in Italia (anche se in Sardegna non è affatto complicato trovare spiagge con acqua così limpida). Anche la sabbia, come abbiamo detto è particolare, non solo per il colore, molto chiaro, ma soprattutto per la grana finissima che la distingue dalla grande maggioranza delle spiagge sabbiose italiane.

Aggiungiamo poi altre due caratteristiche relative alla sua acqua che contribuiscono non poco al successo di questa spiaggia. La prima è che il mare degrada molto lentamente e quindi per decine di metri il fondale (totalmente sabbioso) consente il bagno anche a chi non sa nuotare o non ha troppa confidenza col mare; la seconda caratteristica è che le sue acque per via della posizione geografica sono perennemente calme anche quando il maestrale, frequente in queste zone, si fa sentire. La spiaggia della Pelosa infatti è protetta naturalmente dal promontorio di Capo Falcone, dall'isola Piana e dall'isola dell'Asinara. Queste due caratteristiche fanno della spiaggia della Pelosa una spiaggia particolarmente adatta alle famiglie ed ai bambini.
Morfologicamente la spiaggia si trova ai piedi del promontorio di Capo Falcone e quindi alle sue spalle ha una vasta zona di macchia mediterranea che in parte si spinge perfino sulla stessa spiaggia. Nel corso degli anni, la noncuranza, se non maleducazione dei villeggianti ha messo a rischio la vegetazione ai bordi della spiaggia, per cui il comune ha provveduto a transennare alcune aree coperte da vegetazione ponendo altresì divieti a difesa della conservazione della macchia che oltre tutto è importante per la sua funzione di trattenere la sabbia.
Alle spalle della spiaggia della Pelosa non c'è solo vegetazione naturalmente, ma una abbastanza fitta area di villette che tuttavia non deturpano il paesaggio quanto l'hotel costruito all'inizio dell'urbanizzazione della zona e che è posto proprio a ridosso della spiaggia.
Di fronte alla spiaggia si trova l'isolotto (in realtà poco più di uno scoglio, chiamato appunto della Pelosa) con la caratteristica torre aragonese edificata nel 1578 a difesa del litorale, che dà il nome alla spiaggia. Per una più dettagliata descrizione della Torre Pelosa si può vedere la pagina dedicata alle Torri costiere. L'isolotto della Pelosa è raggiungibile a piedi dalla costa seguendo un guado naturale in un punto all'estremità nord della spiaggia della Pelosa. Poco oltre si nota l'isola Piana usata in passato per la transumanza del bestiame; data la vicinanza dell'isola alla costa, i bovini venivano portati a nuoto trainandoli con barconi. Sull'isola Piana, in passato proprietà privata della famiglia Berlinguer ed oggi demanio, si trova un'altra torre chiamata Torre della Finanza anch'essa descritta alla pagina delle torri costiere. In direzione nord, oltre l'isola Piana si scorge il profilo dell'Asinara.
L'aspetto più critico è rappresentato senza dubbio dall'eccessivo affollamento soprattutto in Agosto, dovuto, non solamente alla grande fama di questa spiaggia, ma anche alle sue dimensioni piuttosto contenute. Per goderla appieno è quindi consigliabile, potendo, un soggiorno nei mesi meno affollati, Giugno e Settembre.


La spiaggia e la Torre Pelosa
La spiaggia della Pelosa affollata e in fondo la Torre Pelosa
La spiaggiaprima del grande afflusso
La spiaggia della Pelosa prima del grande afflusso
L'acqua della Pelosa
L'acqua della Pelosa
Capo Falcone visto dal mare della Pelosa
Il promontorio di Capo Falcone visto dal mare della Pelosa
Adv
Scrcio della Pelosa
Scrcio della Pelosa dalla macchia dietro la spiaggia
La spiaggia e la Torre Pelosa
La spiaggia della Pelosa molto affollata in estate
Panoramica da Capo Falcone
Panoramica dell'acqua della Pelosa e della Torre da Capo Falcone
I colori della Pelosa
I colori della Pelosa
La spiaggia e la Torre Pelosa
Vista d'insieme della spiaggia della Pelosa in estate
Vista da una delle passerelle d'accesso alla spiaggia
Vista da una delle passerelle d'accesso alla spiaggia

Social