L'Argentiera

L'Argentiera è un vecchio sito minerario dove si estraeva zinco e piombo argentifero, dismesso nel 1962, che si trova sulla costa occidentale a metà strada tra Capo Falcone e Alghero. Dista circa 40 km. da Sassari.
A prima vista si direbbe una specie di città fantasma con gli stabilimenti minerari e le vecchie dimore dei minatori abbandonati ed in gran parte ormai cadenti. Ad uno sguardo più attento si potrà notare come sia in atto un lavoro di ristrutturazione e valorizzazione del sito minerario grazie anche ai fondi della Comunità europea con lo scopo di farlo diventare un museo. C'è anche un piccolo nucleo di case, ma la presenza di un solo ristorante ed un bar ne fanno comunque un posto molto distante da quello che si può immaginare pensando al turismo balneare di massa.

A valle del sito minerario si trovano due spiagge, una più grande a nord e l'altra più piccola. La sabbia è grigiastra e grossolana di natura calcarea e quarzosa con residui di minerali tanto che si consiglia comunque il lavaggio dei piedi prima di abbandonare la spiaggia. Il mare è profondo di un blu intenso con una eccellente qualità delle acque. Essendo esposto ai venti occidentali è adatto a praticare surf, così come è adatto a chi ama le immersioni. La spiaggia è dotata di un minimo di servizi con affitto ombrelloni e sdraio e bagni chimici.

Il vecchio sito minerario
Il vecchio sito minerario
La spiaggia dell'Argentiera
La spiaggia dell'Argentiera
La spiaggia dell'Argentiera
La spiaggia dell'Argentiera
Il sito minerario visto dall'accesso alla spiaggia
Il sito minerario visto dall'accesso alla spiaggia
Adv
Stabilimenti in ristrutturazione
Stabilimenti in ristrutturazione

Social