Gli animali nel territorio di Stintino

Muflone
Muflone

Animali di Terra


Li abbiamo chiamati 'animali di terra' per includere in una stessa categoria mammiferi terrestri, ovini, bovini e rettili.
Tra le molte specie presenti sull'isola ve ne sono alcune veramente degne di menzione perché endemiche della Sardegna se non addirittura di questa zona della Sardegna ed altre per la caratteristica di avere dimensioni minori dei corrispondenti esemplari del continente.
Innanzitutto diciamo che come contraltare ci sono alcune specie animali del tutto assenti sull'isola, benché ovviamente siano diffuse in Italia. Tra queste ricordiamo orsi, marmotte, vipere, scoiattoli, lupi e tassi.
Uno degli animali che può essere considerato un simbolo di questa parte della Sardegna, in particolare dell'isola dell'Asinara, è senz'ombra di dubbio l'Asinello Albino che è una specie endemica riscontrabile solo sull'Asinara. L'asino in generale è comunque specie molto diffusa in Sardegna in generale. Anche il Muflone è caratteristico della Sardegna. Si tratta di un ovino selvaggio con grandi corna ricurve. E' diffuso nelle zone collinari e montane ed è presente in molti esemplari sulle alture dell'isola dell'Asinara.
Sulla collina di Capo Falcone prospicente La Pelosa è relativamente facile imbattersi in una Testuggine Marginata, una testuggine di dimensioni ridotte (lunghezza massima 40 cm.). Si tratta di specie protetta ed è ovviamente proibito prelevare l'animale dal suo habitat.
Specie indigena con tratti specifici di questa regione è il Cervo Sardo. Si tratta di un cervo della specie dei cervi europei che però si è adattato nel tempo al territorio e alle condizioni di vita locali. La sua caratteristica distintiva dalla specie europea è principalmente quella delle dimensioni più ridotte. Inoltre ha il muso un po' più allungato ed orecchie più prominenti. Si tratta di specie protetta che ha rischiato l'estinzione a metà del secolo scorso.
Tra le specie terrestri che popolano l'area del promontorio di Capo Falcone e l'Asinara, ricordiamo anche la Donnola, diffusa in tutte le aree della Sardegna nelle aree costiere così come in quelle montane. Caratteristica distintiva della donnola sarda, contrariamente a quanto accade per la maggior parte delle sottospeci sarde degli altri animali, è la dimensione maggiore.
Particolarmente diffuso tanto nel promontorio di Capo Falcone quanto sull'isola dell'Asinara, così come in moltissime aree rurali e boschive italiane, è il Cinghiale. Anche questo di questo animale la sottospecie sarda ha la caratteristica di presentare una taglia sensibilmente più piccola rispetto al cinchiale, per esempio, della maremma. Negli ultimi anni i cinghiali hanno proliferato tanto che è ormai assai frequente vederli persino nelle aree abitate in cerca di cibo. Sull'isola dell'Asinara sono stati introdotti cinghiali di taglia più grande provenienti dal continente, così che non è infrequente vedere anche incroci delle due specie.
E' poi presente in quest'area il più piccolo mammifero esistente, il Mustiolo, che arriva a misurare al massimo una lunghezza di 5 cm. E' quindi praticamente invisibile all'occhio umano per le sue dimensioni e perché, come tutti gli animali selvatici, si nasconde tra arbusti e rocce. E' un carnivoro che si nutre di prede più piccole di lui, ma è a sua volta preda dei rapaci notturni.
Sono poi presenti in buon numero in questa parte del territorio, tra le altre specie, anche Lepri e Conigli selvatici.

Stenella
Stenella

Pesci e Cetacei


L'area protetta del Parco Nazionale dell'Asinara, che copre oltre all'isola anche parte delle acque prospicienti la stessa isola favorisce la conservazione della fauna che popola questa parte di mare. Tutta la zona di mare intorno a Capo Falcone è ricca di diverse specie di pesci e cetacei. Il tratto di mare tra la Pelosa e l'Asinara è poi favorevole alla pesca di uno dei crostacei + prelibati, l'Aragosta, la cui pesca però è fortemente limitata e controllata per preservarne la conservazione della specie.
Ma sono altre specie animali che popolano queste acque a ad attrarre per la specificità o la rarità della loro presenza nei nostri mari. Per esempio ricordiamo la Tartaruga Marina (Caretta Caretta), nella lista delle specie protette della IUCN (International Union for the Conservation of Nature) essendo considerata in pericolo di estinzione. A salvaguardia della specie è stato istituito sull'isola dell'Asinara, in località Cala Reale, il Centro Recupero Tartarughe Marine.
Anche diversi tipi di squali sono stati avvistati ed in alcuni casi catturati in queste acque. Menzioniamo dapprima lo Squalo Elefante per l'eccezionalità dell'avvistamento avvenuto proprio in queste acque, mentre nel 2009 un esemplare di circa 7.5 metri è finito nelle reti di un pescatore a Porto Torres. Ricordiamo che lo squalo elefante a dispetto delle sue dimensioni che possono raggiungere anche i 10 m. di lunghezza è del tutto innocuo in quanto si nutre esclusivamente di plancton. Anch'esso è purtroppo in via di estinzione. Oltre all squalo elefante, anche altre specie di squali sono presenti al largo delle coste di Capo Falcone e in qualche occasione alcuni esemplari si sono avventurati nel canale tra l'isola Piana e l'Asinara. In particolare sono presenti piccoli squali come il Palombo, la Verdesca, anch'essa ormai a rischio estinzione, ma anche il terribile Squalo Bianco è stato catturato nelle acque sarde ed un esemplare di oltre 6 metri è stato catturato a Stintino nel 1999.
Popolano il parco marino dell'Asinara anche 18 diverse specie di cetacei presenti in quantità più che doppia rispetto alle altre zone del Mediterraneo. Tra queste la Stenella, il Delfino comune, il Grampo, la Balenottera comune ed il Capodoglio.
Fenicotteri
Fenicotteri

Uccelli


Questa zona della Sardegna è di assoluto valore naturalistico anche e soprattutto dal punto di vista della fauna avifera. L'isola dell'Asinara in particolare per la sua morfologia e per il fatto che, per motivi storici, ha avuto una limitata presenza umana, costituisce un habitat ideale per molte specie. Uno studio, realizzato dal Dipartimento di Biologia Animale dell'Università di Sassari, ha potuto accertare la presenza di 147 specie, tra stanziali e migratorie.
Oltre al Cormorano molto diffuso in tutte le zone costiere della Sardegna, così come in tutto il Mediterraneo, in questa zona e soprattutto sulle coste dell'isola dell'Asinara si trova una variante di questo uccello chiamata Marangone dal ciuffo, dotato di collo leggermente più sottile e più corto del cormorano comune; più piccoli sono anche la testa e il becco. E' differente anche la sua colorazione verde-nera uniforme; deve il proprio nome ad una corta cresta alzata sul capo visibile nei momenti della cova. E' una delle 7 specie rare presenti sull'Asinara.
Ancora presente in questa zona, se pur in pochi esemplari, la maestosa Aquila Reale, avvistata recentemente sulle alture dell'Asinara. Ma non è l'unico rapace raro qui presente; c'è anche il Falco Pellegrino, che, per la sua caratteristica di attaccare in volo altri volatili a velocità che possono raggiungere i 320 Km. all'ora, è considerato il più veloce animale del mondo. E' una specie a rischio e per questo inserito nella lista degli animali rigorosamente protetti dalla Convenzione di Berna.
Sempre sull'Asinara si trova un altra specie endemica del mediterraneo, anche questa considerata a rischio: il Gabbiano Corso, un gabbiano con alcune caratteristiche che lo differenziano dal gabbiano reale sia dal punto fisico come il becco rosso e la punta delle ali nera, ma anche dal punto di vista del comportamento visto che il gabbiano corso si nutre esclusivamente di pesce azzurro, seppioline e calamari.
Un'altra specie di uccelli con una forte presenza in diversi stagni della Sardegna è il Fenicottero Rosa. In questa zona è presente nello stagno di Pilo che, per la sua posizione, ha la particolarità di essere sufficientemente protetto dall'invadenza umana.
l’Osservatorio Faunistico del Parco Nazionale dell’Asinara nel 2012 ha catturato ed inanellato persino un esemplare di Monachella del deserto. La cattura ha destato sensazione in quanto si tratta del primo avvistamento in Sardegna ed il quinto in assoluto in Italia negli ultimi 10 anni.
Asinello albino
Asinello albino
Muflone
Muflone
Cinghiale
Cinghiale
Testuggine
Testuggine
Adv
Mustiolo
Mustiolo
Fenicotteri
Fenicotteri in uno stagno
Aquila reale
Aquila reale
Falco pellegrino
Falco pellegrino
Gabbiano Corso
Gabbiano Corso
Marangone
Marangone
Aragosta
Aragosta
Squalo Elefante
Squalo Elefante
Stenella
Stenella

Social